Caffè d’orzo: curiosità e preparazione

Molto richiesto nei nostri bar, il caffè d’orzo ancora oggi è consumato non solo in Italia ma anche nel resto del mondo. Non farti ingannare dal nome: questa tipologia di bevanda non c’entra nulla col caffè ma, anzi, si basa su un altro ingrediente principale, un cereale antico, coltivato per la prima volta in Medio Oriente nel lontanissimo VII millennio a.C.: l’orzo. 

I motivi per cui il caffè d’orzo è così diffuso in Italia sono vari. Anzitutto, prima della distribuzione sul mercato del caffè decaffeinato, l’orzo, essendo privo di caffeina, risultava una delle poche alternative valide, se non l’unica, al più tradizionale caffè. Inoltre, durante la Seconda guerra mondiale il costo del caffè lievitò a dismisura, rendendo l’orzo un’alternativa accessibile economicamente e ugualmente gustosa. Nonostante la diminuzione del costo del caffè e l’introduzione del decaffeinato l’orzo ha continuato a ritagliarsi la sua fetta di degustatori.

Tra i motivi per cui il caffè d’orzo continua ad essere diffuso c’è sicuramente la vicinanza di gusto con il caffè tradizionale (e, inoltre, risulta più “soft” a causa dell’assenza di caffeina), ma soprattutto i molteplici benefici che esso ha sul nostro organismo.  L’infuso di orzo, infatti, stimola i succhi gastrici, favorendo la digestione; allevia il gonfiore addominale; favorisce il transito intestinale; contribuisce a diminuire i livelli di glicemia nel sangue e rappresenta un’autentica miniera di salutari sostanze nutritive, tra cui fosforo, magnesio, vitamina E, vitamine del gruppo B e potassio.

Ora che conosci tutte le proprietà benefiche dell’orzo non ti resta che provarlo. Vediamo insieme come preparare un ottimo caffè d’orzo

Ci sono vari modi per preparare il caffè d’orzo, alcuni poco diffusi, come la preparazione con il tipico bricco usato per il caffè turco. Mentre sono più comuni le preparazioni con l’orzo solubile, con la macchinetta dell’espresso e con la moka. Quest’ultima opzione resta la più comoda e la più affascinante. La preparazione del caffè d’orzo con la moka è uguale a quella del caffè:

  1. Versare l’acqua nel serbatoio raggiungendo la valvola.
  2. Posizionare il filtro.
  3. Inserire l’orzo macinato con un cucchiaino senza mai pressarlo.
  4. Chiudere la moka ben stretta e posizionarla sul fornello a fuoco basso.
  5. Attendere qualche minuto e servire in una tazzina di caffè 

Non resta quindi che gustare la tua tazza di orzo, buono come il caffè ma con benefici diversi e, soprattutto, senza caffeina.

Il caffè d’orzo preparato con la moka è delizioso, ma se vuoi ottenere un orzo altrettanto buono e in minor tempo puoi optare per l’orzo in cialde e capsule di Caffè Borbone. Basta inserire la cialda o la capsula e premere il tasto di accensione, un’alternativa rapida e comoda al classico espresso.

LA NOSTRA PRODUZIONE

AGGIORNAMENTO OGNI ORA

CIALDE PRODOTTE 2021
160.686.160
CIALDE PRODOTTE OGGI
3.268.090
CAPSULE PRODOTTE 2021
218.563.070
CAPSULE PRODOTTE OGGI
4.638.850
CAFFÈ IN GRANI (KG) 2021
1.131.621
CAFFÈ IN GRANI OGGI (KG)
2.898

*Nespresso ® e *Nescafé ® *Dolce Gusto ® sono marchi registrati di Societè des Produits Nestlè ® S.A.
Caffè Borbone Srl è produttore autonomo non collegato alla Societè des Produits Nestlè® S.A.
La compatibilità delle capsule Caffè Borbone è funzionale all’utilizzo con macchine da caffè ad uso domestico Nespresso ® – Nescafé ® Dolce Gusto ®.

*Lavazza ®, *A Modo Mio ®, *Lavazza A Modo Mio ®, *Espresso Point ® e *Lavazza Espresso Point ® sono marchi di proprietà di Luigi Lavazza S.p.A. ®.
Caffè Borbone Srl è produttore autonomo non collegato alla Luigi Lavazza S.p.A.®.
La compatibilità delle capsule Caffè Borbone è funzionale all’utilizzo con macchine da caffè ad uso domestico Lavazza ® Espresso Point ® – Lavazza ® A Modo Mio ®.