L’unione tra caffè e cardamomo è molto antica e da vita al caffè arabo che è conosciuto anche col nome di qahwa e bevuto dai beduini nel deserto.

Caffè e cardamomo unendosi, permettono di avere un buonissimo caffè che va consumato subito e che va preparato però con pazienza e usando un mortaio per garantire tutto il sapore e l’aroma che caratterizzano questo caffè.

Caffè e cardamomo: come preparare il caffè arabo

Preparare il caffè arabo è semplicissimo,  oltre a caffè e cardamomo che vanno pestati insieme nel mortaio, è possibile aggiungere qualche altra spezia come cannella oppure lo zafferano, fino ad ottenere una polvere fine e sottile che renderà il caffè molto aromatico e gustoso.

Il  caffè arabo va servito in una tazza grande e sorseggiato. Va fatta bollire l’acqua e a questa va aggiunta la polvere di spezia, caffè e cardamomo ottenuta.

Il pentolino va rimesso sul fuoco e portato tutto ad ebollizione in modo che il caffè e le spezie rilascino il loro gusto e le loro proprietà nell’acqua.

L’acqua va filtrata ottenendo così il caffè arabo che va servito  generalmente amaro e accompagnato da qualcosa di dolce come i datteri oppure qualche biscotto.

Volendo su può aggiungere anche lo zucchero a caffè e cardamomo, una bevanda particolare che non viene preparata tutti i giorni, ma solo in occasioni speciali a causa dei lunghi tempi di preparazione.

Possiamo facilmente preparare a casa il caffè arabo e sorseggiarlo ogni volta che vogliamo.

SCOPRI IL CAFFE’ BORBONE  MOKA

Il blog di caffè Borbone

Top