La camomilla è un calmante naturale che viene utilizzato spesso anche in caso di malesseri fisici. Infatti la camomilla induce il rilassamento muscolare grazie alle sue proprietà antispasmodiche.

Possiamo usare la camomilla per neonati e bambini nel caso soffrano di coliche oppure se hanno qualche lieve malessere o semplicemente per conciliare il loro sonno.

Come abbiamo già affrontato, le tisane a base di camomilla aiutano ad eliminare i gas intestinali e facilitano la digestione quindi  una camomilla per neonati e bambini è davvero l’ideale per un buon effetto antinfiammatorio e per risolvere qualche problema gastrointestinale.

Come usare la camomilla per neonati

La camomilla per bambini viene utilizzata non solo per via orale ma anche per la preparazione di prodotti per la cura topica, cioè per la preparazione di detergenti, oli lenitivi  da utilizzare sin dalla nascita. Per i neonati la camomilla può essere utilizzata come impacco in caso di rossori o per la congiuntivite.

La camomilla può essere assunta dai neonati già dalle prime settimane di vita, anche se, non bisogna dimenticare che è consigliato l’allattamento materno esclusivo per i primi sei mesi di vita; la camomilla va assunta dai neonati solo in caso di effettiva necessità.

Per i bambini possiamo preparare una camomilla mettendo in infusione i capolini di camomilla, oppure usando un filtro di camomilla setacciata o anche prepararla  usando la cialda. È importante non zuccherare la camomilla per neonati i bambini che non possono ancora aggiungere lo zucchero alla loro alimentazione.

Una volta preparata la camomilla va fatta raffreddare e poi quando è tiepida può essere data al bambino che dovrà berla lentamente, magari dal biberon,  in modo la suzione favorisca, insieme all’azione della camomilla, il rilassamento.

La camomilla fa effetto in pochi minuti aiutando l’eliminazione dei gas intestinali e alleggerendo quindi il fastidio ed il dolore dovuti alle coliche del neonato.

SCOPRI LA CAMOMILLA CAFFE’ BORBONE

Il blog di caffè Borbone

Top