L’unione dei sapori forti di caffè e liquirizia, da vita ad una bevanda che ha forti proprietà digestive ed energizzanti, ottima nei periodi di caldo intenso quando le nostre energie si abbassano insieme ai valori della pressione sanguigna.

Caffè e liquirizia è anche la combinazione di ingredienti giusta per la preparazione del caffè calabrese che oltre ad essere veramente buono è un alleato per la salute di chi soffre di pressione bassa. Infatti la liquirizia che è una pianta perenne di cui si utilizzano le radici sottoforma di bastoncini, è ricca di glicirizzina, una sostanza che agisce sull’ormone che regola la pressione arteriosa.

Ovviamente chi, al contrario, soffre di pressione alta, deve assolutamente evitare il consumo di caffè e liquirizia insieme ma bere soltanto un buon caffè che non può far che bene al nostro organismo.

Il caffè calabrese: come prepararlo

Come accennato caffè e liquirizia sono gli ingredienti base del caffè calabrese, un caffè forte dal gusto deciso; questo caffè è tipico della regione Calabria poiché è qui che viene prodotta la più alta percentuale di liquirizia che viene anche utilizzata per preparare liquori, cioccolatini e caramelle.

Per preparare il caffè calabrese basta pestare la radice di liquirizia in un mortaio fino ad ottenere una purea. Le parti più fibrose della radice vanno scartate. La purea di liquirizia va messa in un bicchierino e vanno aggiunti il brandy e un caffè caldo e un cucchiaino di zucchero di canna.

Caffè e liquirizia sono quindi un abbinamento di gusto e salute, ottimi da gustare a fine pasto o magari dopo una cena abbondante poiché il caffè calabrese, come accennato, è un perfetto digestivo tutto naturale.

SCOPRI IL CAFFE’ BORBONE MOKA

 

 

 

Il blog di caffè Borbone

Top