Chi pensa che caffè e fegato non vanno d’accordo si sbaglia di grosso, infatti, uno studio ha dimostrato che invece assumere caffeina in maniera moderata aiuta veramente la salute di questa ghiandola.

Abbiamo trattato più volte gli effetti benefici del caffè sul nostro organismo, sulla nostra salute, ma effettivamente spesso si pensa che il caffè possa far male a chi magari ha problemi al fegato.

In ogni caso è ovvio che il rapporto tra caffè e fegato è ottimale solo se non si eccede con l’assunzione di caffeina, è sempre bene ricordare che il numero giusto di caffè giornalieri è 3, massimo 5.

Vediamo quindi cosa dice lo studio scientifico e come, per l’ennesima volta, il caffè agisce positivamente sulla nostra salute.

Bere caffè fa bene al fegato: cosa dice la scienza

Secondo il gastroenterologo Hodge caffè e fegato vanno d’accordo poiché il caffè assunto costantemente migliora sensibilmente la salute del fegato; ha osservato ciò monitorando le condizioni epatiche di 1100 pazienti affetti da epatite o comunque da patologie legate epatiche legate  all’abuso di alcool.

Ai pazienti venivano fatti bere 3 caffè al giorno e dopo circa un mese sono stati riscontrati effettivi miglioramenti della salute del fegato e della sua funzionalità.

La caffeina infatti ha proprietà lenitive per il fegato perciò è consigliata l’assunzione di 3 caffè al giorno per migliorare la salute del fegato.

Il meccanismo d’azione della caffeina sul fegato non è ancora completamente nota ma i risultati positivi sono oggettivi.

In ogni caso sappiamo bene che bere caffè fa molto bene anche al nostro cuore, alle arterie e all’organismo in generale grazie alle sue proprietà antiossidanti.

Bevendo caffè possiamo prevenire anche la cirrosi epatica e la calcolosi biliare dato che la caffeina protegge le cellule del fegato proteggendoci da queste patologie.



SCOPRI CAFFE’ BORBONE MISCELA ROSSA


 

 

Il blog di caffè Borbone

Top