Sono stati condotti alcuni studi sulla relazione tra caffè e fame e su come la caffeina, appunto, possa aiutare a ridurre la sensazione di appetito, specie quando stiamo seguendo un regime alimentare ipocalorico.

Quindi se vi state chiedendo se bere caffè fa passare la fame,  dovete sapere che il caffè non solo riesce a donarci  energia e a migliorare il nostro rendimento fisico, ma riesce anche a tenere a bada la fame.
Secondo la scienza però sarebbe ideale bere caffè decaffeinato per inibire l’appetito.

Ovviamente, come è bene sempre ricordare, non dobbiamo eccedere con la quantità di caffè giornaliera, altrimenti rischiamo di ottenere effetti negativi sul nostro organismo; bere caffè fa passare la fame se ne assumiamo una dose giornaliera moderata, 3 – 4 caffè al giorno sono davvero l’ideale per la nostra salute.

Caffè e fame: come la caffeina controlla l’appetito

Spesso quei terribili attacchi di fame nervosa possono dipendere da un periodo di stress o dalla noia o ancora dagli ormoni (specie nelle donne) e tra questi ci sono peptide YY, grelina e leptina e la loro produzione può essere inibita attraverso l’assunzione di caffè.

Attraverso la ricerca si è notato che in seguito all’assunzione di caffè decaffeinato, il senso di sazietà era maggiore, i livelli di grelina e leptina diminuiti mentre quelli  di peptidi aumentati, determinando proprio la sensazione di sazietà.

Il rischio che si corre in questo caso è solo quello di esagerare con i caffè per cercare di tenere sotto controllo la fame, quindi è bene stare attenti all’alimentazione, fare dei pasti sani e completi e bere il caffè solo tra un pasto e l’altro in modo da evitare di mangiare cibi troppo calorici che plachino quel languorino.

Un buon caffè non può far altro che bene perché non serve solo a placare la fame ma è anche una buona fonte di antiossidanti, necessari al nostro organismo.

 

SCOPRI CAFFE’ BORBONE DEK MISCELA VERDE

 

Il blog di caffè Borbone

Top